-15%

Rosso Lazio IGT Shiraz 2019 Casale del Giglio

10,00 8,50

Introdotto nel 1985 in provincia di Latina, il syrah di Casale del Giglio è un eccellente interpretazione di questo vitigno internazionale che ha conquistato i palati di tutti gli esperti.

Macerazione a freddo per due giorni a circa 10° C. per favorire una maggior estrazione sia degli aromi tipici del vitigno, sia del colore.
Vinificazione in rosso con periodiche follature (2–3 al giorno) e fermentazione tumultuosa che prosegue per 10–12 giorni alla temperatura di 26–28° C.
Dopo attenta svinatura, con movimentazione delle vinacce sgrondanti solo per gravità, segue la fermentazione malolattica in acciaio.
Affinamento in barriques per 8–12 mesi e 6 di bottiglia.

 

Descrizione

Descrizione

  •  TIPO VINO: ROSSO

  • AROMA: SPEZIATO

  • ABBINAMENTI: PRIMI DI CARNE

  • VITIGNI: SYRAH

  • GRADAZIONE ALC.: 13%

  • TEMPERATURA: 18-20°C

  • COLORE: ROSSO RUBINO INTENSO

DESCRIZIONE CANTINA:

Casale del Giglio è stata fondata nel 1967 dal Dott. Berardino Santarelli, originario di Amatrice, e si trova nell’Agro Pontino in località Le Ferriere, Comune di Aprilia, in provincia di Latina, circa 50 km a sud di Roma.

Questo territorio, rappresentava, rispetto ad altre zone del Lazio e di altre Regioni d’Italia, un ambiente tutto da esplorare dal punto di vista vitivinicolo.
Per questa ragione nel 1985 si diede vita al progetto di ricerca e sviluppo “Casale del Giglio”, autorizzato dall’Assessorato all’Agricoltura della Regione Lazio.

I modelli di coltivazione viticola ai quali si sono ispirate queste ricerche sono quelli praticati a Bordeaux, in Australia ed in California, che sono territori esposti all’influenza della costa, esattamente come l’Agro Pontino, che beneficia dell’influenza del Mar Tirreno.
Secondo la filosofia di Casale del Giglio, «lo sviluppo futuro della vitivinicoltura Italiana non risiede solamente nel consolidamento dell’immagine di zone dalla grande tradizione, ma anche nel raggiungimento, attraverso opportune scelte viticole ed enologiche, di produzioni di alto livello, caratterizzate dal giusto rapporto qualità-prezzo, in territori ancora poco conosciuti dal punto di vista del loro potenziale qualitativo viticolo ed enologico».

I risultati di queste ricerche sono stati convalidati dalla Comunità Europea con l’autorizzazione alla coltivazione in provincia di Latina, a partire dal 1990, di nuovi vitigni raccomandati come lo Chardonnay, il Sauvignon, il Syrah, il Petit Verdot, il Cabernet Sauvignon e, successivamente, di altri.
Ad oggi Casale del Giglio ha provveduto a riconvertire a filare tutti i suoi 180 ettari di vigneto e ad introdurre nuove varietà caratterizzate dall’alto grado di interazione qualitativa con il Territorio.

DESCRIZIONE VINO:

Colore rosso rubino con sfumature violacee; profumo intenso, di buona persistenza, con note fruttate di ribes, mirtilli e marasca, cardamomo e cannella.
Gusto morbido e caldo, con buona trama tannica e ritorno delle note speziate di pepe nero in finale.